Festival del Podcasting 2020 – Cartella Stampa e Media Kit

TUTTI I COMUNICATI

ULTIMO COMUNICATO PUBBLICATO

Il Festival del Podcasting è il più grande evento italiano dedicato al mondo del podcasting con podcaster, editori, piattaforme, brand e appassionati dei podcasting, per poter ricordare il passato, cogliere le opportunità del presente e progettare insieme il futuro del podcasting in Italia.

La quinta edizione del Festival del Podcasting 2020 si è svolto il 9-10 Ottobre, con due giorni memorabili per quasi 800 partecipanti  (+30% rispetto al 2019) e le 19 aziende che hanno sostenuto il Festival con la loro sponsorship.

Il Festival del Podcasting 2020 ha saputo trasformare le restrizioni imposte dalla pandemia di Covid-19 in un’opportunità per moltiplicare il numero delle conferenze e dei contenuti messi a disposizione della community, conservando comunque gli incontri dal vivo per il networking locale a Milano, Roma, Torino, Padova, Firenze, Genova, Reggio Emilia e Napoli.

Il Festival ha condensato in due giorni più di 26 ore di contenuti grazie a una massiccia partecipazione da parte degli esperti del settore: 66 speaker hanno animato 11 Workshop, 3 presentazioni di libri sul podcasting, 4 Tavole rotonde, 21 Talk ispirazionali.

Spotify e Anchor, main sponsor dell’evento, hanno condiviso dati importanti sulla crescita del podcasting in termini di ascoltatori, ore d’ascolto, fasce d’età coinvolte nel fenomeno e offerta di contenuti. Inoltre Anchor, in collegamento da New York ha realizzato la prima dimostrazione in Italia dell’app che consente di creare podcast da smartphone senza microfono o competenze di montaggio. Tra gli altri sponsor le principali piattaforme e aziende operanti nel mercato: Spreaker, Amazon Audible, Vois, Loquis, Storytel, Sony Music e Dopcast, Podbiz e Goodadd.

Durante il Festival del Podcasting 2020 è nata l’Associazione Italiana Podcasting, un ente no-profit impegnato nella diffusione della cultura del podcasting in Italia, che riflette l’impegno e l’entusiasmo dei volontari impegnati nell’organizzazione del Festival negli ultimi 5 anni e risponde alla crescente necessità della categoria di essere riconosciuta anche sul piano normativo.

Il Festival ha ospitato 245 Podcast emergenti (+62% rispetto al 2019) offrendo ai podcaster che hanno lanciato un podcast nell’ultimo anno un momento di grande visibilità e aiutando ancora una volta tanti aspiranti podcaster a trovare il coraggio e le competenze per lanciare il loro primo podcast in occasione del Festival.

Il Festival ha accreditato più di 100 giornalisti e operatori media di TV, Radio, stampa quotidiana e periodica, podcast e blog. Sui social media sono stati pubblicato per l’evento più di 450 post dal Festival e quasi 2000 post con l’hashtag ufficiale #festivaldelpodcasting.

Il Festival del Podcasting 2021 avrà luogo il 8-9 ottobre a Milano. Tutte le informazioni sono già accessibili su http://festivaldelpodcasting.it

 

COMUNICATI DEI PARTNER

 

ARTICOLO BOILERPLATE (300 PAROLE)

Festival del Podcasting 2020: il più grande evento italiano dedicato ai podcast

Gli speaker e gli sponsor di un evento in costante crescita

Il weekend del 9 e 10 ottobre si è conclusa la V edizione del Festival del Podcasting, una manifestazione che da cinque anni si pone come obiettivo quello di diffondere la conoscenza del podcast come nuovo media comunicativo.

L’edizione 2020 ha ospitato sul palco, diventato quest’anno virtuale nel rispetto delle regole previste dagli ultimi DPCM, più di 66 speaker tra podcaster di successo ed esperti del settore.

Giulio Gaudiano, fondatore del Festival e presidente dell’Associazione Italiana Podcasting, coadiuvato da Rossella Pivanti e Andrea Ciraolo, ha mediato gli interventi degli speaker suddivisi in più di 26 ore di contenuti nei due giorni di festival.

È stato analizzato il mondo del podcasting sotto vari profili. Per il settore dell’editoria sono intervenuti Carlo Annese del Corriere Daily e Alessandra Scaglioni di Radio 24; per l’informazione Franco Solerio e Michele di Maio di “Digitalia”; Matteo Neroni di “LiberaMente” e Marta Basso, Francesca Disegna e Giulia Disegna di “No Pasa Nada” hanno raccontato come anche il podcast possa essere strumento contro i pregiudizi sul tema della salute mentale.

Si sono affrontate tematiche legate al mondo dell’identità digitale grazie agli interventi di Matteo Flora e Giorgio Taverniti.

Non è mancato inoltre l’intrattenimento con la stand-up comedy in formato podcast grazie ai contributi di Daniele Fabbri e Chiara Becchimanzi.

Un grande valore aggiunto alla manifestazione è stata data da tutti gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione del Festival del Podcasting.

Spotify e Anchor, main sponsor dell’evento, hanno condiviso dati e numeri importanti sulla crescita del podcasting.

Hanno investito in produzioni podcast originali sponsor del Festival come Storytel, Amazon Audible e Vois.fm.

Tra gli altri sponsor infine le principali piattaforme e aziende operanti nel mercato: Spreaker, Loquis, Sony Music e Dopcast, Podbiz e Goodadd.

La V edizione del Festival del Podcasting si è conclusa con un’impennata numerica pari al +30% rispetto al 2019, trend in costante crescita, che non verrà certamente disatteso nell’edizione 2021 i prossimi 8 e 9 ottobre a Milano.

 

ARTICOLO BOILERPLATE (600 PAROLE)

Festival del Podcasting 2020: il più grande evento italiano dedicato ai podcast

Gli speaker e gli sponsor di un evento in costante crescita

Il weekend del 9 e 10 ottobre si è conclusa la V edizione del Festival del Podcasting, una manifestazione che da cinque anni si pone come obiettivo quello di diffondere la conoscenza del podcast come nuovo media comunicativo e la consapevolezza di come stia diventando un fenomeno sempre più diffuso anche in Italia.

L’edizione 2020 ha ospitato sul palco, diventato quest’anno virtuale nel rispetto delle regole previste dagli ultimi DPCM, più di 66 speaker tra podcaster di successo ed esperti del settore.

Giulio Gaudiano, fondatore del Festival e presidente dell’Associazione Italiana Podcasting, coadiuvato da un team di volontari tra cui Rossella Pivanti e Andrea Ciraolo – due tra i podcaster più noti nel panorama italiano –  ha mediato gli interventi degli speaker suddivisi in più di 26 ore di contenuti nei due giorni di festival.

Si è voluto analizzare il mondo del podcasting sotto vari profili, dando voce sul palco a realtà diverse, dall’editoria, all’informazione, passando per il marketing e la stand-up comedy.

Con il giornalista Carlo Annese si è analizzato il podcast come grande strumento di connessione con l’attualità presentando nello specifico “Corriere Daily”, il podcast quotidiano del Corriere della Sera di cui è curatore e produttore.

E’ stata poi la volta di Alessandra Scaglioni, giornalista e caporedattore centrale di Radio 24, tra le prime realtà radiofoniche italiane a utilizzare il podcast a supporto della diretta con contenuti extra, producendo podcast originali.

A rappresentare il mondo dell’informazione anche Franco Solerio e Michele di Maio di “Digitalia”, podcast settimanale di notizie tecnologiche.

Matteo Neroni di “LiberaMente” e Marta Basso, Francesca Disegna e Giulia Disegna di “No Pasa Nada” sono saliti sul palco a esempio di come attraverso il podcast si possa educare e avvicinare le persone alla psicologia e alla conoscenza della propria mente.

Si sono affrontate tematiche legate al mondo dell’identità digitale sotto vari aspetti grazie agli interventi di Matteo Flora di “Ciao Internet!” e Giorgio Taverniti di “Fast Forward”.

Non è mancato l’intrattenimento con i contributi di Daniele Fabbri e Chiara Becchimanzi, che hanno portato la stand up comedy in formato podcast, il primo con Contiene parolacce, la seconda con A ciascuna il suo.

Sul palco si sono inoltre alternati, raccontando le loro storie di successo, podcaster come Sara Poma e Ilaria Orrù, Mick Odelli, Giusy Valentini, Niccolò Martin ed Enzo Barone.

Un grande valore aggiunto alla manifestazione è stata data da tutti gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione del Festival del Podcasting.

Spotify e Anchor, main sponsor dell’evento, hanno condiviso dati importanti sulla crescita del podcasting in termini di ascoltatori, ore d’ascolto, fasce d’età coinvolte nel fenomeno e offerta di contenuti. Anchor, in collegamento da New York ha realizzato inoltre la prima dimostrazione in Italia dell’app che consente di creare podcast da smartphone senza microfono o competenze di montaggio.

Hanno investito in produzioni podcast originali anche altri sponsor del Festival come Storytel e Amazon Audible, nate come app per l’ascolto di audiolibri che hanno incluso nel loro catalogo anche il podcasting, e Vois.fm, che mette le produzioni audio di qualità a servizio delle aziende e dei brand creando branded podcast.

Tra gli altri sponsor le principali piattaforme e aziende operanti nel mercato: Spreaker, Loquis, Sony Music e Dopcast, Podbiz e Goodadd.

La V edizione del Festival del Podcasting si è conclusa con un’impennata numerica pari al +30% rispetto all’anno precedente ed è stato un successo anche dal punto di vista social con la pubblicazione di quasi 2000 post con l’hashtag ufficiale #festivaldelpodcasting.

Lo staff del festival ha già anticipato le prime informazioni sulla prossima edizione che si terrà a Milano il 8 – 9 ottobre 2021

 

LOGHI

 

IMMAGINI

RASSEGNA STAMPA

Consulta la nostra rassegna stampa aggiornata in tempo reale o inserisci il link del tuo contenuto per includerlo nella nostra rassegna stampa e condividerlo con tutta la community del Festival del Podcasting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

20% off

FESTIVAL